Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Verga, Giovanni - Libertà

Appunto di italiano che effettua un breve commento personale sulla novella Libertà di Giovanni Verga.

E io lo dico a Skuola.net
Verga, Giovanni - Libertà
Sinceramente, a me, questa novella è piaciuta molto anche se ci sono episodi crudeli, sanguinosi e si parla di bambini, donne e uomini innocenti, sia ricchi che poveri, che muoiono. Secondo me, la povera gente ha sbagliato ad attaccare la nobiltà, perché non hanno ottenuto niente, ma hanno solamente ucciso gente. Verga presenta la vicenda in tutta la sua drammaticità, con tinte fosche, parole aspre ed espressioni realistiche che documentano l’orrore compiuto nel nome della libertà; inoltre intende a sottolineare la violenza dei contadini. È la novella dei “vinti”, di coloro che si ribellano alla classe dominante senza avere la possibilità e la capacità di cambiare granché della loro misera condizione. Anche la tanto invocata “libertà”, che alla novella dà il titolo, finisce col risultare falsa e illusoria e, comunque, valida solo per alcuni. Io penso che la libertà indica l'essere libero, la condizione di chi non è prigioniero e non ha restrizioni, ma è anche la facoltà dell'uomo di agire e di pensare in piena autonomia.
Per me, questa novella è stupenda, ti fa riflettere sul valore della libertà e immaginare le scene, come se fossi io stessa a guardare.
L’unico svantaggio che ho riscontrato durante la lettura di questo breve racconto è che il lessico e il modo di scrivere sono complessi.
Contenuti correlati
Registrati via email