Ominide 1144 punti

Come si struttura un'opera letteraria: Myricae

Myricae è una raccolta di liriche elaborata da Giovanni Pascoli nell'arco di circa vent'anni e della quale sono state curate cinque edizioni: la prima del 1891 e l'ultima del 1900. L'opera è il prodotto di una fitta trama di relazioni: in essa, infatti, si intrecciano le esperienze di vita dell'autore, le sue scelte artistiche, il contesto nel quale egli ha vissuto e operato e le caratteristiche del genere letterario di appartenenza.

Le esperienze di vita dell'autore[/color

]

La biografia è sempre un punto di partenza indispensabile per l'approccio a un'opera letteraria. In particolare se si tratta, come Myricae, di una raccolta di testi nei quali si esprimono sentimenti e stati d'animo e se il poeta ha inserito nelle liriche riferimenti alle proprie esperienze di vita.

Il contesto storico-culturale

L'autore vive in un determinato ambiente, collocato nel tempo e nello spazio, che influenza le sue scelte letterarie: in rapporto alla società in cui si forma e produce le sue opere derivano, per accettazione e contrapposizione, le sue scelte artistiche, le idee e lo stile.
Giovanni Pascoli è stato fruitore di molteplici espressioni artistiche e delle idee che circolavano fra Ottocento e Novecento: ecco quindi che diventa necessario comprendere le relazioni che intercorrono fra la sua produzione letteraria e il contesto storico, sociale e culturale.

Le scelte artistiche

Ogni autore si distingue per le tematiche affrontate e per lo stile, che insieme costituiscono la sua poetica, il suo modo di fare arte. Egli comunica emozioni, stati d'animo, immagini attraverso specifiche scelte di lessico, sintassi e di registro linguistico e in relazione al pubblico con intende rivolgersi.

L'analisi dei testi: il genere letterario

Ogni opera appartiene a un genere letterario, cioè a una categoria di testi omogenei per struttura e temi, e per capirla a fondo occorre applicare i corrispondenti criteri di interpretazione. Per questo motivo i testi di Myricae vanno studiati adottando gli strumenti di analisi del testo lirico.

Il rapporto con le altre opere dell'autore

Nell'arco della vita un autore lavora a più pubblicazioni, collegate da una fitta trama di relazioni per i temi affrontati e lo sviluppo dello stile. Di conseguenza, per comprendere a fondo Myricae, è necessario inserirla nella produzione complessiva di Giovanni Pascoli, evidenziandone il rapporto con opere affini. Per esempio, Myricae presenta analogie tematiche con Canti di Castelvecchio, raccolta pubblicata per la prima volta nel 1903, la quale ne rappresenta lo sviluppo.

Registrati via email