Home Invia e guadagna
Registrati

Password dimenticata?

Registrati ora.

Pascoli, Giovanni - Nido e Fanciullo

Appunto su cosa significa per Pascoli la poetica del fanciullo e quella del nido. Nel testo troverete parecchie citazioni e descrizioni

E io lo dico a Skuola.net
Il fanciullino e il nido per Pascoli

Fanciullino: Pascoli pubblicò questo saggio nel 1896 e cita <in ogni uomo c'è nascosto un fanciullo capace di commuoversi e sperimentare ogni giorno nuove emozioni. Spesso è condizionato dal mondo degli adulti ma se si risveglia in noi,è capace di far sognare ad occhi aperti facendo scoprire il lato attraente di ogni cosa,volando con la fantasia in mondi incantati>.
Il fanciullo si emoziona per le piccole-grandi cose,cioè coi che è piccolo e per le altre persone quasi insignificante,per lui è esattamente il contrario,come osservando il filo d'erba.
La poetica del fanciullino è genuinamente simbolista cioè la parola poetica è carica di soggettività e non esprime il significato che ha quell'oggetto ma in base a cosa si prova o legato a dei ricordi riguardanti questo simbolo.
E' dentro di noi un fanciullo( dal saggio il Fanciullo) : in questo brano l'autore spiega che a qualsiasi età si è capace di provare ancora quello spirito ingenuo e pieno di entusiasmo di un bambino. Pascoli pero' tende a distinguere due periodi della vita umana :il fanciullo e la maturita' , distinguendo tra quello che non sa ma è capace di emozionarsi e quello che conosce.

Nido: immagine reale perchè spesso vengono raffigurati gli uccelli,ma è sopratutto una metafora che vuole indicare:
-casa,luogo dove rifugiarsi dal male
-famiglia
-patria, inteso come madre che custodisce i suoi figli(popolo)

Raccolta Mirycae: pianta di origine spontaena come le sue poesie.
racconta in particolare della campagna e la famiglia
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare