Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Pascoli, Giovanni - Lavandare, parafrasi

Parafrasi della poesia Lavandare di Giovanni Pascoli. Questa poesia fa parte di una raccolta, Myricae, pubblicata nel 1891.

E io lo dico a Skuola.net
Lavandare - Parafrasi
Nel campo per metà non lavorato e per metà arato
si trova un aratro senza buoi, che sembra
abbandonato, tra una nebbia leggera.

E dal vicino torrente si avvertono
gli echi del lavoro delle lavandaie
con il rumore dei panni battuti e le lunghe cantilene:

il vento soffia forte e le foglie cadute dai rami sembrano neve,
e tu non ritorni ancora nel tuo paese!
Come sono rimasta male quando sei partito!
Come l'aratro abbandonato nel campo rimasto incolto.
Contenuti correlati
Accedi con Facebook
Registrati via email