Home Invia e guadagna
Registrati

Password dimenticata?

Registrati ora.

L'infinito, parafrasi - Giacomo Leopardi

Versione in prosa dell'Infinito raccolto neil'opera lirica "i canti" ,scritti da Giacomo Leopardi ; nel romanticismo.

E io lo dico a Skuola.net
L'Infinito


Sempre caro mi fu questo colle solitario e questa sepie, che al mio sguardo impediva la vista dell'orizzonte, ma sedendo e osservando , nella mia mente immaginavo immensi spazi e silenzi mai conosciuti dall'uomo,che per poco il mio cuore non si smarrisce.
Il rumore del vento che sfiora le piante lo paragono all'infinito silenzio, ma mi viene in mente l'eternita del tempo e l'età che pulsa di vita , così che smarrisco il mio pensiero sprofondando nel mar dell'infinito.
Contenuti correlati
Oppure registrati per copiare