Genius 3813 punti

Montale e Dante

Tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento si sviluppa in Europa il movimento culturale del Neoclassicismo, così denominato perché aspira a recuperare e ricreare l’ideale estetico di armonia, equilibrio e compostezza che si esprime nei modelli dell’arte classica, greca e romana. Da qui il termine Neoclassicismo, cioè una forma nuova di ricorso ai grandi classici come modelli ispiratori di arte e letteratura.
Nelle forme neoclassiche convivono in realtà molteplici contenuti: da una parte esse corrispondono agli ideali illuministici di chiarezza e razionalità, contrapponendosi deliberatamente alle forme eccessivamente elaborate e artificiose della precedente arte barocca, sviluppatasi soprattutto nel Seicento. Dall’altra, soprattutto in alcuni autori, rivelano una nuova sensibilità per la natura e un nuovo interesse per la storia e per la nazione, che anticipa alcuni elementi della mentalità romantica.

Registrati via email