blakman di blakman
VIP 9176 punti

Testo

Lo strano corso che tenne il cavallo
del Saracin pel bosco senza via,
fece ch'Orlando andò duo giorni in fallo,
né lo trovò, né poté averne spia.
Giunse ad un rivo che parea cristallo,
ne le cui sponde un bel pratel fioria,
di nativo color vago e dipinto,
e di molti e belli arbori distinto.

Il merigge facea grato l'orezzo
al duro armento ed al pastore ignudo;
sì che né Orlando sentia alcun ribrezzo,
che la corazza avea, l'elmo e lo scudo.
Quivi egli entrò per riposarvi in mezzo;
e v'ebbe travaglioso albergo e crudo,
e più che dir si possa empio soggiorno,
quell'infelice e sfortunato giorno.

Riassunto

Il conte Orlando, perdutamente innamorato di Angelica, quando scopre che la giovane è fuggita dal campo cristiano, subito si mette sulle sue tracce; dopo una serie di straordinarie avventure, per un gioco crudele della sorte, si ritrova proprio nel bosco in cui aveva trovato rigugio la bella principessa.
Nel bosco ella ha trovato anche l'amore nella persona di un giovane fante saraceno, Medoro; il quale era stato lì abbandonato, ferito mortalmente, dai cavalieri avversari. Angelica lo cura, se ne innamora, lo sposa e quasi per rendere immortale la sua felicita incide su tutti gli alberi e le rocce del bosco i due loro nomi. Quando poi decide di partire e ritornare in Oriente, dona ai pastori che l'avevano ospitata un prezioso monile avuto tempo prima da Orlando. Orlando nel leggere il nome di Angelica inciso dappertutto pensa di averla finalmente trovata; ma l'altro nome non è il suo, perchè mai Angelica ha usato un nome diverso?
Mille sono le supposizioni che gli ronzano nella mente mentre gira e rigira per il bosco; fino a quando stremato non si ritrova ospite dello stesso pastore che aveva dato alloggio ai due sposi.Quando poi il pastore, ignaro, gli racconta dei due giovani per Orlando è la fine di tutti i suoi sogni. Egli ci appare allora in tutta la sua umanità e tragicità; non piu il grande e invincibile paladino, ma un semplice uomo, che non riesce a sopportare la disillusione fino al punto di impazzire per amore.Il grnade episodio della pazzia di Orlando è certamnete una delle pagine piu drammatiche del poema, in cui l'Ariosto con magistrale tocco psicologico riesce a tratteggiare il volto di tutta un'epoca.

Registrati via email