Habilis 7403 punti

La rima


Uguaglianza del suono tra due o più parole poste alla ine dei versi. La rima può essere:
-Perfetta quando le parole finali dei versi terminano in modo identico
-Imperfetta può essere per:
Assonanza: Le parole finali del verso hanno uguali vocali.
Consonanza: si ha quando le parole finali del verso hanno consonanti uguali.
Abbiamo vari tipi di rime:
• Baciata: si ha fra due versi consecutivi secondo lo schema AA BB CC.
• Alternata: si ha quando il primo verso rima con il terzo e il secondo con il quarto secondo lo schema ABAB
• Incrociata: si ha quando il primo verso rima con il quarto e il secondo con il terzo secondo lo schema ABBA CDDC
• Incatenata: presente nelle terzine. Si ha quando il primo verso coincide con il terzo e il secondo con il primo e il terzo della strofa successiva.
• Interna: si ha quando si trova all’interno del verso e rima con la parola finale del verso precedente.
• Ipermetra: si ha quando una parola piana rima con una parola sdrucciola
• Invertita: con schema ABC CBA
• Ripetuta: con schema ABC ABC

La strofa


Sono raggruppamenti di versi collegati fra loro da rime. Le strofe sono composte da due o più versi uguali. Abbiamo vari tipi di strofe:
• Distico: strofa di due versi di solito endecasillabi e a rima baciata secondo lo schema AA BB CC
• Terzina. Strofa di tre versi; sono di solito endecasillabi a rima incatenata ABA BCB
• Quartina: strofa di quattro versi; in genere sono endecasillabi ma possono essere anche settenari a rime alternate o incrociate.
• Sestina: strofa di sei versi; di solito endecasillabi. Possiamo avere la sestina lirica e la sestina narrativa.
• Ottava: strofa chiamata “stanza” di otto versi endecasillabi; i primi sei sono a rima alternata e gli ultimi due a rima baciata.

Registrati via email