Tutor 32375 punti

racconto di un fatto accaduto


Ricordo ancora il giorno in cui mi sono laureata: era un caldo 15 luglio del 2010 e l'emozione era tantissima. Avrei dovuto discutere la mia tesi nel primo pomeriggio a partire dalle 16. La mattina ero molto agitata, con la tesi in mano ripassavo i punti essenziali del discorso che avrei dovuto tenere davanti alla commissione di laurea, il cuore batteva a mille già dal mattino, il tempo non passava, era lento e non vedevo l'ora di discutere. Accanto a me vi erano i miei genitori, le mie zie, il mio fidanzato e le mie amiche più care. Loro erano più agitati di me e soprattutto i miei genitori e il mio fidanzato non vedevano l'ora di festeggiarmi dopo la seduta di laurea.

Dopo avere pranzato finalmente ed essermi preparata ci siamo recati nella mia università. Eravamo in 10 quel giorno a discutere la tesi e il tempo non trascorreva più. Io ero la quinta, finalmente venne il mio turno: il mio relatore descrisse l'argomento della mia tesi che verteva su alcuni Paesi dell'Europa orientale. Arrivò il momento di parlare, iniziai ad esporre l'argomento della mia tesi in modo fluido e preciso. Il discorso fu molto apprezzato al punto che il mio correlatore e i membri della mia commissione mi posero solo due domande relative all'argomento, a cui io avrei dovuto rispondere con delle semplici riflessioni. Riuscii a cavarmela egregiamente anche in quella circostanza esprimendo con un linguaggio appropriato e preciso.

Finita l'esposizione della tesi, attendevo che gli ultimi candidati finissero la loro discussione in modo tale da sapere il mio voto finale. Dopo circa un'ora, all'incirca verso le 18,30 seppi il mio voto: 107, non male perché ricalcava il mio intero percorso accademico.

Dopo la tesi seguirono i festeggiamenti e devo dire che quello fu il giorno più bello e indimenticabile della mia vita.

Hai bisogno di aiuto in Analisi del testo e scrittura di testi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email