Erectus 630 punti

Griglia Di Analisi di un Testo Narrativo

1 Dividere il racconto in sequenze e assegnare un titolo.
Le sequenze possono essere:
- narrative: in cui la voce narrante racconta dei fatti
- descrittive: in cui prevale la descrizione di luoghi, ambienti, personaggi
- riflessive: in cui il narratore commenta, riflette, discute, spiega
- dialogiche: in cui il narratore riporta sulla pagina le parole dei personaggi.

2 Stendere un breve riassunto della storia

3 Distinguere tra:
- fabula: insieme dei fatti narrati secondo l’ordine cronologico con cui si sono svolti i fatti
- intreccio: insieme dei fatti narrati secondo l’ordine e il modo in cui vengono raccontati dalla voce narrante

4 Elementi della fabula:

- antefatto: ciò che è avvenuto prima dell’inizio della storia

- situazione iniziale: punto di patenza da cui si muove la vicenda
- crisi: rottura dell’equilibrio iniziale che dà inizio ala vicenda
- peripezie: le varie avventure dei personaggi
- momento culminante: il momento di massima tensione
- lo scioglimento
- conclusione: ciò che avviene dopo la fine della vicenda.

5 Trattamento del tempo:

- scena (dialoghi): durata degli avvenimenti coincide con la durata narrativa
- analisi: quando l’autore si sofferma a indagare i pensieri dei personaggi rallentando il ritmo dell’azione
- sommario: si ha quando la voce narrante sintetizza, in poche righe, periodi di tempo lunghi
- ellissi: il narratore tralascia la narrazione di un certo periodo.

6 Per modificare l’ordine cronologico il narratore può ricorrere a 2 tecniche:
- flashback: interrompe il racconto per spiegare ciò che è avvenuto in precedenza
- flashforward: che anticipa ciò che avverrà in futuro

7 Tempo, si prendono in considerazione:
- epoca: in cui è ambientato il racconto
- durata: il tempo che intercorre tra inizio e conclusione
- ritmo: è lo spazio che l’autore dedica a ciascun momento della fabula.

8 Spazio, la vicenda può svolgersi: in spazi aperti o chiusi, in luohi reali o fantastici, in luoghi indefiniti o descritti precisamente, nello stesso luogo o in luoghi diversi.

9 Caratteristiche o tratti dei personaggi:

- fisici: bellezza, bruttezza, altezza
- morali o psicologici: carattere, atteggiamenti, idee

- socio-economici: condizione economica, mestiere, ambiente
- culturali: gli studi, gli interessi, gli hobby.
I personaggi possono essere:
- statici: personaggi sempre uguali
- dinamici: personaggi che cambiano
Funzione dei personaggi
- protagonista: eroe della vicenda intorno a cui ruota il nucleo della storia
- personaggi secondari: antagonista, aiutante del protagonista, falso aiutante
- comparse: personaggi anonimi che compaiono solo sullo sfondo.

10 Modalità enunciative:
- discorso diretto
- discorso indiretto
- flusso di coscienza: lo scrittore riporta i pensieri che affiorano in modo in distintivo.

11 Punto di vista (è la prospettiva da cui la storia è narrata):
- focalizzazione (narratore onniscente): è il narratore che sa tutto dei personaggi, i loro sentimenti e li giudica
- focalizzazione interna: la narrazione è condotta dal punto di vista di uno dei personaggi della storia e il narratore mostra di sapere soltanto ciò che sa quel personaggio
- focalizzazione esterna: il narratore mostra di sapere meno di quanto sa ciascun personaggio

Registrati via email