Ominide 1144 punti

Cosmo e ambiente: questione ambientale nel mondo antico, consumismo e montagne di rifiuti, il sacrificio di Chico Mendes.

La questione ambientale nel mondo antico.
La fragilità del mondo, intuita nel testo di Tito Lucrezio Caro, De rerum natura e confermata dalla scienza moderna, sottolinea la necessità di difendere e proteggere la Terra: una questione già presente nelle civiltà greca e romana, anche se del mondo antico generalmente si offre l'immagine convenzionale di una natura incontaminata.
Nel breve saggio Gli antichi e Il rapporto con la Natura, lo storico Aurelio Lepre, riporta i pareri di numerosi filosofi e scrittori greci e latini, che condannavano alcuni fenomeni contemporanei di malcostume ambientale: la speculazione edilizia nei luoghi di villeggiatura, lo scavo incontrollato delle miniere e il disboscamento per procurarsi il legname necessario all'edilizia.

Consumismo e montagne di rifiuti.
La dimensione della crisi della natura nella civiltà contemporanea ha raggiunto però livelli assai più vasti e preoccupanti.
Lo scrittore Italo Calvino individua nell'inquinamento ambientale delle città uno degli aspetti principali della crisi ambientale. In particolare, nel racconto La città spazzatura, tratto dalla raccolta Le città invisibili, intravede nella gestione e nello smaltimento dei rifiuti uno dei pericoli principali. Lo scrittore descrive una futuribile metropoli, Leonia, che, spinta da una frenetica smania consumistica, espelle continuamente rifiuti e si trova sommersa dalla spazzatura. Il racconto prospetta un avvenire catastrofico in cui le città, incapaci di riciclare e riutilizzare ciò che consumano, saranno circondate da una sordia catena montuosa.

Il sacrificio di Chico Mendes.
La lotta per la difesa dell'ambiente ha già fatto anche le prime vittime.
La canzone Chico del gruppo musicale dei Nomadi, impegnato in prima linea nella lotta dei raccoglitori di caucciù della foresta amazzonica contro i grandi proprietari terrieri e il disboscamento selvaggio. Il testo stabilisce un rapporto tra l'abbattimento degli alberi di caucciù e l'omicidio di Chico Mendes, il cui esempio resterà vivo in chi continuerà la battaglia perché la natura e l'uomo possano ritornare a vivere in armonia.

Registrati via email