Ominide 4403 punti

Autore, narratore e focalizzazione

• Autore e narratore
La narrazione non è necessariamente esposta dall’autore stesso del romanzo o del racconto, la narrazione può essere anche esposta o dà il protagonista, o da un personaggio interno alla vicenda, o ancora da un narratore completamente esterno agli eventi narrati nella storia. Perciò è utile tenere presente questa suddivisione:
1. L’autore è la persona reale, con una vita vera, che compone materialmente l’opera.
2. Il narratore è invece la voce narrante, inventata dall’autore, per raccontare la vicenda.

• Narratore esterno o interno
Il narratore interno (chiamato nel termine tecnico narratore “omodiegetico”) può essere rappresentato dal protagonista della vicenda o da un altro personaggio che, magari in maniera minore, partecipa alla vicenda. Il narratore esterno (chiamato nel termine tecnico narratore “eterodiegetico”) è pura voce narrante che non partecipa in alcun modo agli eventi e riferisce fatti, pensieri, e parole dei personaggi esprimendosi esclusivamente in terza persona singolare. Alle volte però, all’interno di un racconto, può accadere che vi siano due o più narratori, interni o esterni e indipendenti l’uno dall’altro, che vengano definiti narratore di primo grado, secondo grado, e così via in base al numero di narratori presenti nel racconto.

• La focalizzazione
L’angolazione o punto di vista con cui il narratore racconta la vicenda si chiama focalizzazione. Ne esistono di tre tipi:
1. Focalizzazione esterna: è il punto di vista di un narratore esterno che non è coinvolto nella vicenda e registra oggettivamente quello che vede o sente in un determinato luogo e in un determinato momento, senza manifestare riflessioni o commenti propri.
2. Focalizzazione interna: è il punto di vista di un narratore interno che presenta la vicenda in base al suo determinato ruolo nella vicenda e in modo soggettivo ed imparziale.
3. Focalizzazione zero: in questo caso il punto di vista è completamente assente perché il racconto è condotto da un narratore onnisciente (che sa e conosce tutto sui personaggi, luoghi o fatti) interno o esterno e che giudica tutto, con commenti e valutazioni, quello che espone.

Registrati via email