neon97 di neon97
Eliminato 2505 punti

L’autobiografia

Nell’autobiografia l’autore e il protagonista/narratore coincidono e gli eventi raccontati sono accaduti realmente. Pertanto vengono narrati secondo nell’ordine in cui sono verificati, cioè secondo un ordine cronologico. I verbi sono quasi sempre al tempo passato ma a volte l’autore usa il “presente storico”. Spesso l’autobiografia, come narrazione delle proprie vicende personali e delle vicissitudini del proprio popolo diventa un’importante testimonianza di un determinato ambiente o di un’epoca storica. In un autobiografia accanto ai fatti compaiono gli stati d’animo, i sentimenti e le riflessioni dell’autore che fa su se stesso. Attraverso questa introspezione l’autore rivela ciò che gli sta nascendo dentro nel momento in cui rivive il ricordo che racconta. Poiché l’autobiografia è destinata ad essere letta da altri e gli autori tendono a narrare in modo assai preciso e dettagliato. I fatti e a descrivere con ricchezza di particolari i personaggi, i luoghi e gli ambienti. In questo genere di racconto gli autori fanno uso della lingua letteraria, fatta di termini ricercati e di periodi formali e talvolta complessi. Tuttavia quando chi scrive è incolto, oppure vuole rappresentare un ambiente o contadino o popolare in modo realistico si serve di espressioni più correnti e colloquiali.

Registrati via email