Ominide 51 punti

Conservazione domestica dei cibi

La conservazione domestica dei cibi viene fatta in tre modi diversi:
- in dispensa, a temperatura ambiente per gli alimenti non deperibili
- in frigorifero per gli alimenti freschi
- nel freezer per gli alimenti surgelati

La conservazione in dispensa non presenta particolari problemi: l’ambiente deve essere secco e al riparo dalla luce del sole.
Bisogna accertarsi della data di scadenza degli alimenti, riportata sulle confezioni.
La conservazione in frigorifero deve essere fatta con maggiore cura, perché il freddo non uccide i microbi responsabili delle alterazioni del cibo, ma ne rallenta solo lo sviluppo.
Per quanto riguarda la conservazione nel freezer dei cibi surgelati, la principale condizione è quella di non interrompere mai la “catena del freddo”. Questa catena comporta l’esigenza di mantenere sempre una temperatura molto bassa (tra i -20 e i -25°C) a partire dal magazzino dello stabilimento di produzione sino al freezer domestico.

Registrati via email