Erectus 630 punti

Sesamia dei cereali

È un lepidotteri con un'apertura alare di 30-35mm, le ali anteriori sono di colore giallo-ocra.
Le larve hanno il capo e il protorace scuro e una livrea giallognola.
Il danno si ha sulle guaine fogliari, sulle foglie, sui culmi e sulle cariossidi, ed è dato dall'azione trofica delle larve.
Quelle di 1 generazione attaccano le guaine e le foglie rodendole, e scavano delle gallerie nei culmi delle piante ancora giovani.
Le gallerie provocano la rottura dei culmi per l'azione del vento.
Le larve delle generazioni dopo attaccano soprattutto la spiga, distruggendo le cariossidi.
Sverna, allo stadio di larva matura negli stocchi, gli adulti del primo volo sfarfallano da aprile a maggio ed iniziano il ciclo annuale che si completa con due o più 3 generazioni.

La lotta è di tipo agronomico e chimico.
Quella agronomica consiste:

nella distruzione o nell'interramento profondo degli stocchi contenenti le larve svernanti
utilizzo di varietà resistenti.
La lotta chimica segue i criteri di quella guidata, ma non è molto efficace perché le larve vivono all'interno degli organi vegetali e le uova sono riparate dalle guaine fogliari.

Zabro gobbo

È un coleottero di 15-18 mm di lunghezza, di colore bruno-nero e con il corpo convesso dorsalmente, con zampe di tipo cursorio.
La larva ha il corpo appiattito, con il capo, il torace e la parte dorsale dell'addome brunastri, l'altra parte è di colore bianco-giallognolo.
Colpisce il frumento e altre graminacee.
Il danno si manifesta solo in certe annate, e colpisce le cariossidi, le radici e le foglie basali (larve).
Gli adulti escono dai loro rifugi diurni e si arrampicano sulle piante per nutrirsi di cariossidi.
Le larve che vivono nel terreno si nutrono, in autunno, delle radici, e in primavera scavano delle gallerie nel terreno dalle quali, sporgendo le mandibole afferrano le foglie basali e se ne nutrono.
Sverna come larva nel terreno, in primavera le larve danneggiano le piantine nutrendosi delle foglioline, originando gli adulti dell'unica generazione annuale a giugno.

La lotta è di tipo chimico e si fa solo alla comparsa dei danni.

Registrati via email