Erectus 630 punti

Pisello - Pisum sativum

Il pisello fresco può essere consumato com’è (pisello da mercato) oppure conservato per surgelazione o appertizzazione (pisello da industria).
Il pisello secco viene usato come sfarinato, spezzato o fioccato nell’alimentazione umana, oppure viene usato per l’alimentazione umana (pisello proteico).

Foglie: pennate, composte da 2-4 foglioline ovali, vittici, 2 grosse stipole amplessicauli.

Infiorescenza; racemi ascellari, formati da 1-4 fiori con corolla bianca.

Frutto: legume di lunghezza variabile, contiene 2-10 semi, il bacello è di coore verde più o meno intenso, durante la maturazione diventa giallo.

Seme: di colore giallo o verde, liscio o rugoso.
I semi lisci contengono amido.
I semi rugosi hanno come tessuto di riserva lo zucchero solubile; rimangono teneri e dolci e sono più adatti al consumo fresco o per i surgelati.

Esigenze ambientali
È una specie microterma di limitate esigenze termiche, preferisce i climi freschi, con buone disponibilità idriche.
Il terreno ottimale è di medio impasto o sciolto, profondo, ben drenato.
La coltura del pisello teme il ristagno idrico e si adatta poco ai terreni compatti e asfittici.
Il ciclo può durare circa 3 mesi.
Fasi del ciclo:
germinazione ed affrancamento della pianta: le prime foglie a comparire sono le folgie vere. Nella stagione fredde, il pisello a semina autunnale deve avere 2-3 foglie
sviluppo vegetativo: lo sviluppo dell’area fogliare è importante per la produzione di sostanza da accumulare nei semi
fioritura e: comincia dal basso verso l’alto. La fecondazione è autogamia.
riempimento dei semi e maturazione: gli zuccheri sintetizzati nelle foglie vengono indirizzate ai bacelli e accumulati nei semi. La durata di questa fase dipende molto dalla temperatura.

Tecnica colturale
Il pisello è una coltura miglioratrice.
Le modalità di lavorazione del terreno sono:
aratura a 25-30 cm: in terreni calpestati e compatti
minima lavorazione con discatura o estirpatura superficiale a 15 cm di profondità.
Caratteristiche del pisello:
- elevata produttività
- buona resistenza alle malattie
- buona resistenza all’allettamento e facilità di raccolta
precocità di maturazione.
La semina del pisello da industria avviene da fine febbraio a tutto aprile.
L’irrigazione non è necessaria in qinato il ciclo avviene in stagioni con sufficiente piovosità.

La raccolta del pisello da industria viene eseguita con macchine apposite (pettinatrici- sgrondatrici).
La determinazione del momento ottimale della raccolta avviene in base al grado tendometrico, misurato con apposite macchine.

Registrati via email