Genius 4929 punti

Il suolo

La formazione del suolo agrario avviene attraverso 2 processi:
1- alterazione geologica cioè regolite e ciottoli che vengono disgregati dalla roccia madre;
2- alterazione pedologica cioè regolite che si disgrega dando origine al suolo (x fattori chimici, fisici e biologici).

Classificazione dei suoli

Fisico, cioè azione di frattura che a sua volta si divide in:
1- CRIOCLASTISMO da crio (ghiaccio). L'h2o allo stato di ghiaccio occupa l'8/9% di volume in più rispetto all'h2o liquida. L'h2o entra nella roccia esercitando una pressione sulla roccia che la porta a rompersi.
2- TERMOCLASTISMO da termo cioè calore. con l'alternarsi del caldo e del freddo provoca dilatazione e ritiro così da rompersi.
3- ALOCLASTISMO cioè sale. L'h2o ricca di sale entra nella roccia che una volta evaporata si deposita che dilatandosi forma strati che poi si spaccano.
3- IDRATAZIONE quando i terreni igroscopici tipo l'argilla assorbendo l'h2o si gonfiano oppure la trattengono sgonfiandosi e questo sgonfia e gonfia fa rompere la roccia.

Autoctono cioè quel suolo che si forma a partire dalla roccia madre;
Alloctono cioè generato dalla roccia madre che si trova in un altro posto.

I fattori pedagenetici sono tutti quei fattori che portano alla formazione del suolo.
Questi fattori vengono influenzati dal clima.
La temperatura ad esempio ha effetti sia sugli esseri umani che sul suolo:
- più fa caldo più velocemente si trasformano i suoli.
- più fa caldo più l'ossidazione del ferro avviene velocemente.
L'acqua agisce tramite un'azione fisica (erosione di roccia)
e azione chimica su determinati composti presenti nelle rocce e nel suolo.
In riferimento al clima i suoli si dividono in zonali e azonali in corrispondenza del clima.
Nei terreni zonali l'influenza del clima è molto più marcata, tanto da far assumere a terreni con di diverse origini, caratteristiche molto simili tra di essi.
Negli azonali l'azione del clima è meno importante.

Registrati via email