vero_89 di vero_89
Ominide 447 punti

Organizzazione esterna del fusto

Il fusto è la parte essile del germoglio, più o meno ramificata; porta foglie e rami.
Tutti i rami terminano con una gemma apicale, dove sono inseriti gli apici del germoglio.
Il fusto deriva dallo sviluppo della piumetta presente nell'embrione.
Il fusto è costituito da:
- nodi: dove sono inserite le foglie
- internodi: sono comprese tra i nodi
- ascella fogliare: è la zona del fusto, che corrisponde al punto di inserzione della foglia
- gemma ascellare: si trova all'interno dell'ascella fogliare. È un piccolo germoglio quiescente con i primordi di giovani foglie. È vegetativa quando cresce in un ramo, è fiorale se diventerà un fiore o un'infiorescenza.

Fillotassi:
è la disposizione delle foglie sul fusto. È importante per non far si che le foglie si ombreggino l'una con l'altra.

Quando c'è una sola foglia in un nodo, si ha una fillotassi alternata; quando ci sono due foglie per nodo si ha una fillotassi opposta; con 3 o di più per nodo si ha una fillotassi verticillata.

Funzioni del fusto:
- produce, porta e distribuisce le foglie
- collega foglie e radici
- partecipa alla fotosintesi
- serve da sostegno per fiori e frutti
- funziona come organo di riserva.

Il germoglio, che è l'insieme di fusto, foglie e gemme; può diventare carnoso e sede di accumulo di amido.
I bulbi sono dei germogli raccorciati, sotterranei, che hanno foglie spesse e carnose o fusti verticali, ingrossati con foglie sottili e cartacee.
I rizomi sono fusti orizzontali carnosi, ad accrescimento indefinito che permettono alla pianta di espandersi sottoterra.
I tuberi sono fusti sotterranei orizzontali come i rizomi, hanno accrescimento definito, e rappresentano un mezzo per accumulare le riserve (patata).
I bulbi, rizomi e tuberi, essendo sottoterra sono protetti dalle intemperie e dall'attacco degli erbivori, consentono la produzione di nuovi rami, foglie e radici nella stagione successiva.
In un albero soltanto alcune gemme producono rami, le altre rimangono quiescenti o producono fiori.
Negli ambienti ombrosi una maggior percentuale di gemme ascellari rimane quiescente per garantire che tutte le risorse siano concentrate nella crescita del fusto principale.
In un ambiente soleggiato, la crescita in altezza non è molto vantaggiosa, quindi è maggiore il numero di gemme che forma i rami.

Registrati via email