vero_89 di vero_89
Ominide 447 punti

Dicotiledoni

Le foglie si formano dall'attività meristematica dell'apice del germoglio, dove ai lati di alcune cellule degli strati più superficiali crescono verso l'esterno formando un'estroflessione, bozza fogliare, più o meno conico, rivolto in alto e ripiegato verso l'apice.
Il primordio è costituito dal protoderma fogliare, che darà origine al tessuto tegumentale, e dal meristema fondamentale, da cui deriva il mesofillo.
Al centro c'è una fila di cellule, dove derivano la nervatura mediana, che si differenzia dopo poco nel procambio e dopo in floema e xilema.
La crescita apicale smette molto presto, quando l'asse fogliare è di pochi millimetri, e l'accrescimento in lunghezza continua per divisione delle cellule di tutto il primordio (crescita intercalare).
Quando il primordio ha raggiunto una certa dimensione, che dipende dalla specie, inizia anche la crescita in larghezza dei margini, dove si forma la lamina (crescita amrginale).

Il meristema marginale di solito è costituito da 2 file di cellule; le iniziali marginali che si dividono perpendicolarmente alla superficie come le cellule che le derivano (divisioni anticlinali), aumentando l'allargamento del protoderma e le iniziali submarginali che si dividono, come le cellule che gli derivano, anche parallelemente alla superficie (divisioni periclinali) dando origine sia ai vari strati del tessuto interno della lamina fino al loro numero definitivo.

Registrati via email