Home Invia e guadagna
Registrati
 

Password dimenticata?

Registrati ora.

Ciclo del Carbonio, Fosforo e Azoto

Appunto molto scehmatico sulle principali caratteristiche del ciclo del carbonio, ciclo del fosforo e il ciclo dell'azoto

E io lo dico a Skuola.net
Ciclo del carbonio, Fosforo, Azoto

Ciclo del carbonio

Con il carbonio vengono costruite le biomolecole.
Il carbonio circola tra organismi viventi e l'amiente grazie alla fotosintesi e alla respirazione.
Con la fotosintesi il carbonio inorganico entra a far parte delle molecole biologiche, con la respirazione ritorna carbonio inorganico.
Alla respirazione si aggiungono le combustioni, che trasforma il carbonio organico in anidride carbonica (CO2).
La CO2 viene assimilata dalle piante e il carbonio entra a far parte dei composti organici, e viene restituito all'atmosfera attraverso la respirazione.
Durante l'inverno le foglie delle piante cadono e cosi non avviene la fotosintesi ma la respirazione, mentre in estate avviene la fotosintesi.
Gli oceani assorbono la CO2 dall'aria, trasformandola in bicarbonati.
Riserve del carbonio (rocce carbonatiche, CO2 atmosfera, ione bicarbonato, depositi calcarei).

Ciclo dell'azoto

La principale riserva di azoto è l'atmosfera.
L'azoto viene trasormato in ammina, dalle proteine.
Gli animali eliminano molto azoto come prodotto di rifiuto.
Gli invertebrati eliminano i composti organici che contengono ammine.
L'azoto dei tessuti vegetali viene liberato come ammoniaca.
L'ammonio può essere assorbito dalle piante chiudendo cosi il ciclo.
Il passaggio da ammonio a nitrati è chiamato nitrificazione, avviene con l'intervento di due batteri, prima i nitrosanti (ammonio, nitrito) e poi i nitranti (nitrito, nitrato).
La perdita di azoto in agricoltura avviene con: terra nuda, le arature, concimi azotati.
Azotofissatori: baztteri che vivono liberi nel terreno.

Ciclo del fosforo

E' un ciclo di tipo sedimentario, in cui la riserva di fosforo avviene nelle rocce e nei depositi che si sono formati nel corso delle ere geologiche.
Il fosforo presente nelle terre emerse è scarsamente solubile e tende a essere asportato con il tereno eroso dalle precipitazioni e finisce nei mari.
Dal mare il fosforo può ritornare agli ecosistemi terrestri atraverso due modi: il prelievo di pesce, e le deiezioni degli uccelli marini che si cibano di pesce.
Contenuti correlati
Registrati via email