Habilis 1829 punti

Le carte aeronautiche

Le carte sono strumenti indispensabili per qualunque tipo di navigazione aera e marittima: è infatti grazie alle carte che il pilota o il navigante può pianificare e tracciare il percorso da seguire prima di ogni volo per riconoscere e verificare la sua posizione relativamente al terreno mentre il volo procede.
Le operazioni di carteggio che un pilota deve poter fare su una carta aeronautica sono le seguenti:
- dato un punto trovarne le coordinate geografiche.
- date le coordinate geografiche di un punto localizzarlo sulla carta.
- dati due punti misurare la distanza che li separa.
- una volta uniti con la linea di rotta il punto di partenza e il punto di arrivo di un certo volo, misurare l'angono di rotta, cioè l'angolo che la rotta forma con la direzione del nord.

Una carta aeronautica deve pertanto possedere tutti gli elementi necessari per fare le suddette operazioni e, se destinata al volo a vista, deve rappresentare le superfici di rilievo della terra con gli elementi topografici di rilievo, sia naturali che artificiali, quali fiumi, laghi, coste, monti, città, strade, ferrovie, aeroporti, eccetera.

Le carte geografiche sono rappresentazioni della superficie terrestre o di una sua porzione, riprodotte in scala ridotta su una superficie piana.
Sono ottenute trasferendo su questa superficie i meridiani e i paralleli della sfera di porzione, cioè una specie di mappamondo il cui diametro sta al diametro terrestre secondo il rapporto chiamato scala. La scala della sfera di proiezione viene automaticamente asseganta alle carte da essa ottenute.

Scala
La scala di una carta è perciò il rapporto tra una lunghezza misurata sulla carta e la stessa lunghezza misurata sulla superficie terresre.
Nella costruzione delle carte geografiche, le invitabili distorsioni danno perciò luogo a rappresentazioni falsate della forma, delle dimensioni e delle caratteristiche della superficie terrestre.

Registrati via email